Giommarelli Alberto

Nato a Siena il 7 marzo 1927. Raggiunto telefonicamente venerdì 10 giugno 2005 ed incontrato a Roma il 2 maggio 2006.

Ha gestito un Cineclub assieme a Franco Rossetti. Giunge a Roma nel giugno 1954.

Ha frequentato il centro Sperimentale di Cinematografia.

(nei titoli scritto ASSISTENTE PRODUZIONE) RACCONTI ROMANI, 1955.

Dai titoli risulta esser stato, ad esempio, uno dei tre Segretari di produzione per il film ROMOLO E REMO, 1961 ed uno dei due Ispettori di produzione per il film IL FEDERALE, 1961.

Traggo dalla mia intervista:

Fra il 1955 ed il 1967 ho lavorato per 29 films, oltre un documentario. Conservo i contratti. Ho scritto due sceneggiature irrealizzate. L'unico ruolo fatto nella mia vita è quello dell'avvocato Servadio nel corto RENZO E LUCIANA, episodio di BOCCACCIO '70 (1962); Monicelli mi soprannominava Sgommarelli.

Ecco la sua testimonianza sulla sua prima esperienza:

Fra il primo ed il secondo anno del C. S. C., d'estate, ho lavorato al mio primo film assoluto, RACCONTI ROMANI: ero assistente alla produzione, cioè il primo gradino della produzione. Mi occupavo dei permessi per gli esterni. Ero molto timido. Bianca Lattuada, che era il Direttore di produzione, mi mandò dalla direttrice di Villa Borghese, per il permesso, perchè il giorno seguente vi avremmo girato al Giardino del Lago. Siccome accadde che dovevamo rifare la scena, Bianca per il rinnovo del permesso mandò un altro. La direttrice di Villa Borghese le disse: "Perchè mi hai inviato questo antipatico coi baffi, e non invece quello toscano che diventa tutto rosso?" Questa era la mia grande timidezza a causa della quale ho quasi sempre rifiutato di fare genericate o ruoli. L'unica volta che lavorai con Totò, fu appunto RACCONTI ROMANI e mi prese, subito, stranamente, in grande simpatia; mi dissero: "Stai accanto al Principe che vuole parlare con te di Siena" Ribattei: "Ma io devo andare coi permessi!" "Stai con il principe perchè ci costa cinque milioni al giorno, tanto lui che De Sica".


Riferimenti e bibliografie:

Simone Riberto, alias Tenente Colombo