Clelia Matania

Clelia_Matania

Londra, 18 settembre 1918 – Roma, 13 ottobre 1981

Biografia

Nata a Londra ma di origini napoletane, figlia del pittore Fortunino Matania e nipote del pittore ed illustratore Edoardo Matania, lavorò nel teatro di rivista accanto a Totò (Volumineide, 1941) e nel cinema italiano (a parte due parentesi come comparsa in film britannici tra il 1936 e il 1937) ebbe una lunga carriera iniziata nel 1938 (Partire di Gennaro Righelli) e proseguita fino a poco prima della morte (Bim Bum Bam fu l'ultima sua apparizione nel 1981). Apparve anche in televisione, in un episodio della serie Le inchieste del commissario Maigret del 1966 (L'ombra cinese) e negli sceneggiati Bambole: scene di un delitto perfetto (1980) di Giulio Negrin e La Medea di Porta Medina (1981) di Piero Schivazappa. Famosa anche la simpaticissima interpretazione della mamma pugliese di Delia Scala in Signore e signora (1970).

Galleria fotografica

Foto: Getty Images, Alamy Stock Photos


Filmografia

Partire, regia di Amleto Palermi (1938)
I figli del marchese Lucera, regia di Amleto Palermi (1938)
Inventiamo l'amore, regia di Camillo Mastrocinque (1938)
Follie del secolo, regia di Amleto Palermi (1939)
Napoli che non muore, regia di Amleto Palermi (1939)
Papà per una notte, regia di Mario Bonnard (1939)
Il socio invisibile, regia di Roberto Roberti (1940)
Luna di miele, regia di Giacomo Gentilomo (1941)
La compagnia della teppa, regia di Corrado D'Errico (1941)
Primo amore, regia di Carmine Gallone (1941)
La fuggitiva, regia di Piero Ballerini (1941)
A che servono questi quattrini?, regia di Esodo Pratelli (1942)
Se io fossi onesto, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1942)
Casanova farebbe così!, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1942)
Perdizione, regia di Carlo Campogalliani (1942)
Sempre più difficile, regia di Piero Ballerini, Renato Angiolillo (1943)
L'ippocampo, regia di Gian Paolo Rosmino (1943)
Il ratto delle Sabine, regia di Mario Bonnard (1945)
Il marito povero, regia di Gaetano Amata (1946)
Addio mia bella Napoli!, regia di Mario Bonnard (1946)
L'isola del sogno, regia di Ernesto Remani (1947)
Undici uomini e un pallone, regia di Giorgio Simonelli (1948)
Campane a martello, regia di Luigi Zampa (1949)
Giudicatemi!, regia di Giorgio Cristallini (1949)
La bisarca, regia di Giorgio Simonelli (1950)
Angelo tra la folla, regia di Leonardo De Mitri (1950)
Quo vadis?, regia di Mervyn LeRoy (1950)
Strano appuntamento, regia di Desiderius Akos Hamza (1951)
Sette ore di guai, regia di Vittorio Metz, Marcello Marchesi (1951)
Amore e sangue, regia di Marino Girolami (1951)
I morti non pagano le tasse, regia di Sergio Grieco (1952)
Totò e le donne, regia di Steno, Mario Monicelli (1952)
Cento piccole mamme, regia di Giulio Morelli (1952)
Cavallina storna, regia di Giulio Morelli (1953)
L'uomo, la bestia e la virtù, regia di Steno (1953)
Stazione Termini, regia di Vittorio De Sica (1953)
Anni facili, regia di Luigi Zampa (1953)
Carosello napoletano, regia di Ettore Giannini (1954)
Guai ai vinti, regia di Raffaello Matarazzo (1954)
La piccola guerra, regia di Alex Joffè (1955)
Guerra e pace, regia di King Vidor (1955)
I pinguini ci guardano, regia di Guido Leoni (1955)
Cantando sotto le stelle , regia di Marino Girolami (1956)
Mamma sconosciuta, regia di Carlo Campogalliani (1956)
Difendo il mio amore, regia di Giulio Macchi (1956)
I giorni più belli, regia di Mario Mattoli (1956)
Moglie e buoi, regia di Leonardo De Mitri (1956)
Cantando sotto le stelle, regia di Marino Girolami (1956)
Montecarlo, regia di Giulio Macchi (1956)
Orlando e i Paladini di Francia, regia di Pietro Francisci (1956)
Addio alle armi, regia di Charles Vidor (1957)
Anna di Brooklyn, regia di Vittorio De Sica e Carlo Lastricati (1958)
Arrivederci Roma, regia di Roy Rowland (1958)
Napoli sole mio, regia di Giorgio Simonelli (1958)
Cinque ore in contanti, regia di Mario Zampi (1960)
Rapina al quartiere ovest, regia di Filippo Ratti (1960)
La garçonnière, regia di Giuseppe De Santis (1960)
Il relitto, regia di Michael Cacoyannis (1961)
Il carabiniere a cavallo, regia di Carlo Lizzani (1961)
Nefertite regina del Nilo, regia di Fernando Cerchio (1961)
Il mio amore è scritto nel vento, regia di Luis Cèsar Amadori (1962)
La città prigioniera, regia di Mario Chiari (1962)
Giallo a Firenze, regia di Steve Previn (1962)
Accadde un'estate, regia di Delmer Daves (1965)
Nessuno mi può giudicare, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)
Perdono, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)
Chimera, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1968)
Barbagia, regia di Carlo Lizzani (1969)
Il segreto di Santa Vittoria, regia di Stanley Kramer (1969)
Sul far della notte, regia di Claude Chabrol (1971)
A Venezia... un dicembre rosso shocking, regia di Nicolas Roeg (1973)
The Nelson Affair, regia di Jones James Cellan (1973)
Le farò da padre, regia di Alberto Lattuada (1974)
Babysitter - Un maledetto pasticcio, regia di René Clément (1975)
Malia, vergine e di nome Maria, regia di Sergio Nasca (1975)
L'Italia s'è rotta, regia di Steno (1976)
Bim Bum Bam, regia di Aurelio Chiesa (1981)

La rivista radiofonica RAI
 

Rivista... delle riviste, Album n° 2, di Nelli e Mangini, con Mario Mangini, Clelia Matania, Riccardo Billi, Franco Coop, regia di Nino Meloni, giovedì 22 novembre 1945, secondo programma, ore 22.
Il casino di campagna, fantasia radiofonica di Alberto Casella, con Clelia Matania, Stefano Sibaldi, Angelo Calabrese, Zoe Incrocci, regia di Alberto Casella, trasmessa il 28 febbraio 1949 nella rete rossa.

Prosa radiofonica RAI
 

Serenata perduta, radiodramma di Pierre Rocher, con Michele Malaspina, Clelia Matania, Giorgio De Lullo, Ubaldo Lay, Bice Valori, regia di Pietro Masserano Taricco, trasmessa il 16 febbraio 1950 nella rete azzurra.
Daniele fra i leoni , di Guido Cantini, con Stefano Sibaldi, Clelia Matania, Giovanna Segale, Tatiana Farnese, Renato De Carmine, Ubaldo Lay, Lea Padovani, Giovanni Cimara, Mario Maldesi, Cesare Polacco, Isarco Ravaioli, regia di Anton Giulio Majano, trasmessa lunedì 28 aprile 1958, secondo programma ore 17.

Prosa televisiva RAI
 

La sera del sabato, commedia di Guglielmo Giannini, con Gianni Bonagura, Aldo Silvani, Marisa Mantovani, Arnoldo Foà, Paolo Carlini, Clelia Matania, Giotto Tempestini, Aldo Giuffrè, Edoardo Toniolo, Aleardo Ward, Antonio Battistella, Vinicio Sofia, regia di Anton Giulio Majano, trasmessa il 25 febbraio 1955.
Daniele tra i leoni, regia di Anton Giulio Majano, 16 ottobre 1955.
La fortuna con l'effe maiuscola, con Angela Pagano, Enzo Cannavale, Liana Trouchè, Clelia Matania, Pietro De Vico, Antonio Casagrande, Eduardo De Filippo, Pietro Carloni, Pupella Maggio, regia di Eduardo, trasmessa il 17 aprile 1959.
Il medico dei pazzi, con Clelia Matania, Antonio Casagrande, Angela Pagano, Enzo Petito, Eduardo De Filippo, Pupella Maggio, Enzo Cannavale, Pietro Cerloni, regia di Eduardo, trasmessa il 11 maggio 1959.

La commedia musicale
 

Enrico '61, commedia musicale di Garinei e Giovannini, con Renato Rascel, Clelia Matania, Gianrico Tedeschi, Gloria Paul, Renzo Palmer, Gisella Sofio, Pierpaola Bucchi, Luciano Melani, Claudio Figna, Ombretta De Carlo, musiche di Renato Rascel orchestrate da Ennio Morricone, scene di Giulio Coltellacci, Teatro Lirico di Milano 26 novembre 1961.

Bibliografia
 

Almanacco letterario Bompiani 1975, il Varietà italiano
Il Radiocorriere, annate varie
Le attrici, Gremese editore, Roma 2002
Le teche Rai.