MILLE E UNA DONNA

(1928)


Titolo originale Mille e una donna

Testo: Ripp (Luigi Miaglia), Bel Ami (Anacleto Francini), rivista in 3 atti e 16 quadri
Compagnia: Compagnia di Isa Bluette
Prima: Roma, Sala Umberto 11 febbraio 1928 


Così la stampa dell'epoca

"[...] La ditta Ripp e Bel Ami ha fatto il suo tempo a causa della grande e feconda produzione è costretta a ripersi, abusando un po' di vecchi motivi di risorse e trovate che potevano sembrare originali una diecina di anni fa. Se ieri sera gli applausi sono stati sinceri e calorosi lo si deve unicamente alla simpatica e umana comicità di Totò e al brio biricchino e al sorriso affascinante di Isa Bluette. [... ] Un successo schiettamente personale poi è stato quello di Totò nella riuscita ed originale creazione di "Otello", macchietta di non indifferente valore, tutta basata sulla comicità dell'artista, perchè quest'ultimo non ha ricorso affatto al trucco grossolano e pagliaccesco [...]"".

L'Impero, Roma, 12 febbraio 1928 


La rivista, a differenza delle altre, non è una novità ma è una ripresa di un’edizione precedente: vi compaiono ora Totò, Mario Castellani e Anna Castellani, oltre naturalmente a Isa Bluette. Compare la segnalazione di «Otello», già nel repertorio di Petrolini e De Marco.

Isa Bluette 4Isa Bluette