Girometti Roberto

E' stato un operatore cinematografico italiano, attivo negli anni '60

Roberto-Girometti

Sono stato cine-operatore per i Cinegiornali “Settimana Incom”, dal 1962 al gennaio o febbraio 1965, quando la “Incom” chiuse. Alla chisura, credo che il materiale sia stato ceduto parte all’Istituto Luce e parte alla Rai. Altri miei colleghi erano Aldo Pennelli e Marziano Lomiry. Un Cinegiornale era composto in media di 7 servizi dei quali, per ciascuno, riprendevamo 5 o 6 minuti primi, dei quali se ne montavano tra i 20 e i 30 secondi. Non so dove sia finito tutto il materiale filmato scartato al montaggio!

L’unica occasione nella quale filmai Totò per uno dei servizi di un Cinegiornale Incom, e ne fu la mia unica con lui in assoluto, fu per la festa in occasione del suo centesimo film: ricordo c’era parecchia gente, una gran confusione. Eravamo all’Open Gate, specie di night divenuto Cinema Fiammetta. No, filmandolo, non ebbi modo di parlarci.

Roberto Girometti



Nota di Simone Riberto

Presumo sia stato nel dicembre 1963, in occasione della proiezione de “Il comandante”, conteggiato come suo centesimo, perché nel conto inclusi anche promo, piccole pubblicità filmate e forse anche Cinegiornali; il Cinegiornale in questione è il “Settimana Incom” numero 02438 proiettato in pubblico a partire dal 3 gennaio 1964


Riferimenti e bibliografie:

  • Intervista rilasciata a Simone Riberto, alias Tenente Colombo, 26 novembre 1999