Pin it

Spadaro Adriana

E' stata costumista cinematografica.

Adriana-Spadaro

Sono di antica famiglia nobile, ma non ho parentela con gli Spadaro attori. Essendo io terza figlia femmina, mi concessero di frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove la selezione, all’epoca, era abbastanza rigida. Qui, vinsi un concorso per fare la costumista. Feci il film “Le motorizzate”: all’epoca ero “piccola” (di età). Ricordo Totò: andai a casa sua, c’era anche Franca Faldini. Ero abituata a vederlo comico nei films, qui lo scoprii serissimo. Sul set era gentile; ricordo che una mattina venne sul set con una poesia e mi disse: “Piccere’, vieni, te la voglio dedicare”. Non vedeva bene, ma sul set gli stava molto vicino Mario Castellani. Eravamo una equipe: io disegnavo i costumi, che le mie sarte preparavano. Il marito di una mia sarta, Angela Viglino, somigliava a Totò e gli faceva da controfigura; ah, si chiamava Dino Valdi?... Ecco, tale Valdi era bravissimo. Questo fu il mio unico film con Totò.

Adriana Spadaro


Riferimenti e bibliografie:

  • Intervista rilasciata a Simone Riberto, alias Tenente Colombo, 22 marzo 2000