Articoli e ritagli di stampa anni '50

1950


Totò mondiale

Non tutti sanno che tra il 1950 e il 1955 i film di Totò venivano regolarmente esportati in mezzo mondo, dall'Africa alla Svizzera!

Uno dei Paesi in cui venivano massicciamente distribuiti è l’Egitto: nella terra dei faraoni arrivano Totò al giro d 'Italia, Totò cerca moglie, Totò sceicco, Tototarzan, Napoli milionaria, Figaro qua... Figaro là, Le sei mogli di Barbablù, 47 morto che parla, L’imperatore di Capri, Totò terzo uomo, Guardie e ladri e Dov’è la libertà...?

«Un film di Totò» scrive nel 1950 il giornale «Le Phare Egyptien», «è sempre un avvenimento per tutti quelli che hanno una ammirazione senza riserve per il genio comico di questo grande attore».

In Portogallo vedono Totò cerca casa, Totò le Moko, L imperatore di Capri, in Brasile I pompieri di Viggiù e Totò sceicco, in Russia Napoli milionaria. In Francia vengono distribuiti Napoli milionaria (passato anche da Cannes), Totò cerca casa, Tototarzan, Totò e Carolina, L 'uomo la bestia e la virtù, Dovè la libertà...?, Totò terzo uomo, Una di quelle e II più comico spettacolo del mondo. In Germania Totò sceicco («Anche quando la luce si è accesa in sala si sente ancora ridere», «Der Neue Film», ottobre 1951), L’imperatore di Capri e Napoli milionaria. Il film più esportato è Guardie e ladri, che arriva anche in Turchia e in Cina.



Antonio de Curtis nel 1950 ottiene il definitivo riconoscimento della sua discendenza nobiliare, salvo poi ricorrere nuovamente alle magistratura per difendere il suo status. Nel 1951 Totò abbandona momentaneamente il teatro e, assecondando la sua pigrizia, si dedica completamente al cinema, dove il guadagno è immediato, senza troppi impegni e viaggi. Nel decennio riesce a girare anche più di un film al mese, spesso in contemporanea. Nel 1956 torna al teatro ma stavolta la ricaduta di una grave malattia agli occhi, che rischia di diventare fatale, lo allontana stavolta definitivamente. Si sposa la figlia Liliana, dopo pochi mesi conosce Franca Faldini e la sua vita privata ha una svolta. Gli ultimi anni '50 lo vedono comunque protagonista di alcune pellicole, girate con enormi sacrifici per le gravi difficoltà visive, ormai permanenti.


Raccolta di ritagli e trascrizioni di trafiletti e flani promozionali dei film



1954 10 24 Europeo Massenzio Titolo


Rassegna stampa completa nell'articolo
"Massenzio, il piccolo principe"


La-nostra-rassegna-stampa


Rassegna stampa completa nell'articolo
"Totò e la nobiltà: la casta è casta e va sì rispettata"



Articoli d'epoca


Dal 1950 al 1959

L'impero di Totò nacque a Ponte Milvio

Se Totò avesse portato a Londra la sua rivista, il comico napoletano sarebbe stato ricevuto alla stazione Victoria dal rappresentante del Re d'Inghilterra...
«Settimana Incom Illustrata», 7 gennaio 1950

Totò impugnerà la spada di Don Chisciotte

Non sono il primo a pensare che si possa costruire con Totò, un personaggio di una certa consistenza poetica. Ma forse, altre volte, è mancato il soggetto...
Carlo Lizzani, «L'Unità», 19 febbraio 1950

Maschera di Totò

Il segreto della comicità di Totò risiede innanzitutto dentro Totò: non può essere e non è mai altrimenti. Ma quella nativa comicità, trasmessa dal di dentro...
Spicc. «Reggio Democratica» , 21 maggio 1950

Firmamento Totò

Passato dal varietà al teatro di rivista, Totò ha innovato il tradizionale genere comico portandomi gli elementi di pura fantasia...
«Cinesport», 24 maggio 1950

Totò si prepara a morire

Uno degli amici che è sempre per casa, Don Pasqualino, è fatto mettere a giacere sul grande letto che è al centro della stanza e truccato da morto...
«Settimana Incom Illustrata», anno III, n.37, 23 settembre 1950

Il Senato minaccia i Cavalieri di Totò

Questo Impero correrà nei prossimi giorni un pericolo grave in quanto il nemico è la legge sulle onorificenze, in discussione Aula del Senato Repubblicano...
Fabrizio Schneider, «La Settimana Incom Illustrata», anno III, n.20, 27 maggio 1950

Totò visto da Aldo Palazzeschi

Una volta visto Totò Tarzan non doveva essere più possibile di pensare a Tarzan senza ridere. Tale è la missione di equilibrio affidata al comico...
Aldo Palazzeschi, «Epoca», anno I, n.9, 9 dicembre 1950

13 domande indiscrete a Totò

Totò preferisce lavorare sul palcoscenico o davanti alla macchina da presa? Vorrei sapere in quale dei due ruoli egli si sente maggiormente se stesso...
Totò, «Epoca», anno I, n.12, 30 dicembre 1950

Totò piange dettando le sue memorie

Dal mese di novembre scorso, tutte le domeniche, dalle 15 alle 21, Totò, cioè il Principe De Curtis,Eduardo Passarelli, e il giornalista Alessandro Ferraù...
Arturo Musini, «Stampa Sera», 20 marzo 1951

Poesia e memorie di Totò

Tra qualche mese uscirà in Italia il libro di Totò «Siamo uomini o caporali?» dove, senza complimenti, il nostro attore racconta le amare avventure...
Fabrizio Sarazani, «Momento Sera», 29 aprile 1951

Totò querela un giornale che negava la sua nobiltà

Il noto attore comico Totò ha presentato querela alla Procura della Repubblica contro un giornale che parlava in tono ironico e metteva in dubbio l’autenticità
«La Stampa» e «Il Tempo», 28 aprile - 24 maggio 1951

Marziano II contro Totò

Se la vita di Totò attore è tutta costellata di soddisfazioni, sia materiali, sia morali, non lo è altrettanto la vita del principe Focas Flavio Angelo Ducas...
Giorgio Berti, «La Settimana Incom Illustrata», 12 maggio 1951

Totò cerca maschio

Fu cosi che fu realizzato, al prezzo di 150 mila lire (al cambio d'oggi, tanto costarono le varie spese legali), il sogno d'amore di Totò e Diana non più sposi.
Crescenzo Guarino, «La Stampa», 8 giugno 1951

Totò poeta

Ha messo in versi la storia del suo amore infelice per Silvana Pampanini...
Dino Aprile, «Settimo Giorno», anno IV, n.26, 28 giugno 1951

Il trecentesimo uomo

Un successo del genere nessuna pellicola comica lo ha mai ottenuto. Neppure ai tempi di Charlot!...
«La Stampa», 22 settembre 1951

Totò sarà l'interprete della 'Paura' di Eduardo

Questa si che è una sorpresa. L'Incontro cinematografico tra Eduardo De Filippo e Totò, è stato già fruttifero al massimo: in Napoli milionaria...
Tommaso Chiaretti, «L'Unità», 30 ottobre 1951

Si parli finalmente di Totò

«Sette ore di guai», ridotte fortunatamente a un’ora e mezza di proiezione, sarebbe la traduzione cinematografica d’una farsa dialettale di Scarpetta...
«Tempo», anno XIII, n.46, 17 novembre 1951

Totò: siamo uomini o caporali?

Introduzione autografa al libro 'Totò: siamo uomini o caporali?'
Antonio de Curtis, prefazione a "Totò. Siamo uomini o caporali?" con Alessandro Ferraù e Eduardo Passarelli, Capriotti, Roma 1952

Come nasce Totò, raccontato da Totò

Dal 1921 feci per un paio d'anni la commedia dell'arte, poi fui nel varietà, diventai una vedette e finalmente ebbi il piacere di passare alla Sala Umberto I...
Antonio de Curtis, "Totò. Siamo uomini o caporali?" con Alessandro Ferraù e Eduardo Passarelli, Capriotti, Roma 1952

Recensione del film «Guardie e ladri»

Tra americani truffati, pacchi dono, il film è pieno di queste suggestioni che il pubblico carpisce al volo e di cui ride amaro...
Corrado Alvaro, «Il Mondo», 5 gennaio 1952

«Guardie e ladri» breve recensione al film

Se per qualche merito, oltre che per l'interpretazione di Totò, sarà ricordato «Guardie e ladri», sarà per aver tentato di allargare i confini del genere comico
«Vie Nuove», anno VIII, n.1, 6 gennaio 1952

Sposerà Totò la «bella di Via Veneto»

La futura sposa del principe-attore è una meravigliosa ragazza che ha compiuto i ventun anni da pochi giorni. I suoi grandi occhi verdi, i lunghi capelli neri..
«Il Messaggero», 4 marzo 1952

Galeotta fu «la suocera»

«Oltre la bellezza di Franca, mi colpì l'aspetto dolcissimo della madre: una vera santa».
c. l., «La Stampa», 5 marzo 1952

Una bionda diciannovenne contende l'impero a Totò

Intanto sono sbocciati nuovi pretendenti al trono di Bisanzio, si tratta di una pretendente: la bionda imperatrice Maria Teresa Ily Dites Lule Argondizza-Tocci.
Luigi Cavicchioli, «Oggi», anno VIII, n.38, 18 settembre 1952

Una ragazza è la nuova pretendente del trono di Bisanzio

Nella vicenda della legittimità al trono di Bisanzio, fra Totò e Marziano II di Lavarello si frappone Maria Teresa Ily Dites Lule Argondizza Tocci, una giovane
«La Stampa», 22 agosto 1952 - «L'Avanti», 22 agosto 1952 - «L'Unità», 18 settembre 1952

Anche una ragazza vuole il trono di Bisanzio

La principessa Maria Teresa-Stella Mattutina-Fiore Tocci è entrata in gara con Totò e con Marziano II e col romano Sanmartini...
Ugo Moretti, «Epoca», anno III ,n. 109, 8 novembre 1952

Processo e condanna di Marziano di Lavarello ed i suoi consulenti

Cinque anni di reclusione sono stati inflitti dal Tribunale alle tre persone che, nel giugno 1951, misero in dubbio la discendenza imperiale di Totò...
«Il Giornale dell'Emilia», 4 dicembre 1952, Arnaldo Geraldini, «Corriere della Sera», 6 dicembre 1952, «Corriere dell'Emilia», 6 dicembre 1952, Arnaldo Geraldini, «Corriere della Sera», 21 dicembre 1952, «Il Tempo», 21 dicembre 1952, Arnaldo Geraldini, «C

Totò, il magnifico burattino

Ogni tanto questo spassosissimo comico sembra stancarsi d’essere un uomo come tutti gli altri e si trasforma miracolosamente in un burattino...
Dino Falconi e Angelo Frattini, «Guida alla rivista e all'operetta», 1953

Fora lo schermo il mento di Totò

Si prova il 3D sulla pelle di Totò e dei suoi compagni di avventura, per un film comico a colori e in rilievo cui è stato finalmente trovato da poco un titolo..
Italo Dragosei , «Festival», 6 giugno 1953

Per una canzone Napoli contro Totò

La sua partecipazione come autore al 4° festival di San Remo ha scatenato le più accanite polemiche sui giornali napoletani...
Emilia Granzotto, «La Settimana Incom Illustrata», Anno VII, n.5, 30 gennaio 1954

Totò al Festival: a Sanremo ha vinto la sciatica

È stato scritto che «Con te» avrebbe dovuto essere presentata al pubblico come creazione del signor Antonio De Curtis e non dell'attore Totò...
Alfredo Panicucci, «Epoca», anno V, n.175, 7 febbaio 1954

Totò poliziotto non piace a poliziotti

La storia del poliziotto Totò e della 'sbandata' Carolina, ha determinato un inconcepibile irrigidimento da parte degli organi di censura.
Stelio Martini, "Cinema Nuovo", anno III, 15 aprile 1954

Tre ladri e una canzone

La canzone «Tapioca», che ha lo stesso nome del personaggio principale del film, nacque una sera in casa del principe De Curtis in presenza di Bixio...
G.Beri, «Sorrisi e Canzoni TV», 14 giugno 1954

Lieto evento alla corte di Bisanzio

In una conferenza-stampa svoltasi a Montecarlo, il principe Antonio de Curtis, ha annunciato che la sua bella fidanzata, Franca Faldini, è prossima alla...
Mino Caudana, «Tutti» 18 luglio 1954

La nascita e la morte di Massenzio, il piccolo principe erede di Totò

Deceduto alla nascita il figlio di Totò. Le condizioni di Franca Faldini, giudicate gravi in un primo tempo, questa sera erano soddisfacenti. Sconvolto dal...
«Corriere della Sera», 9 luglio, 13 e 14 ottobre 1954 - «Corriere d'Informazione», 10 luglio 1954, 14 ottobre 1954 - «Il Messaggero», 13 e 14 ottobre 1954 - «Momento Sera», 14 ottobre 1954 - «Il Paese», 13 ottobre 1954 - «La Stampa», 13 e 14 ottobre 1954

Lacrime vere di Totò: il principino non ha visto il sole

Ogni sera, tornato a casa, Totò raggiunge una certa stanza che conosce lui solo, vi entra cercando dl non farsene accorgere, si chiude a chiave, resta a lungo..
Arnaldo Geraldini, «L'Europeo», anno X, n.43, 24 ottobre 1954

Una novella di Totò: due mamme e un comico

Talvolta egli la prendeva a sedere sulle ginocchia, proprio come aveva fatto lei con lui, per tempo immemorabile, quand'era bimbo; e gli piaceva cullarla...
Antonio de Curtis, «Domenica del Corriere», Anno 58, n.41, 7 ottobre 1956

Al Sistina di Roma «A prescindere» - Rivista di Nelli e Mangini

Al suo primo apparire gli applausi sono stati eccezionalmente calorosi. Dopo una presentazione alquanto lunga durante la quale Totò, sotto le vesti di un uomo..
E. C. (Ermanno Contini), «Il Messaggero», 24 novembre 1956 - ag. sa., «L'Unità», 24 novembre 1956 - «Corriere della Sera», 24 novembre 1956

Un grande ritorno dopo sette anni: Totò è sempre Totò

Prima dell’andata in scena a Roma, Remigio Paone aveva trasferito a Perugia l’intera compagnia per un debutto d’affiatamento. Doveva essere una rappresentazione...
L.N., «Settimo Giorno», anno IX, n.50, 8 dicembre 1956

L'asse Totò-Magnani

Scoppio del secondo conflitto mondiale: in alto l’asse Roma-Berlino, e in basso, se ne effettua un altro, più piacevole e più producente: l’asse Totò-Magnani...
Remigio Paone, «Vie Nuove», anno XI, Roma, 1 dicembre 1956

All'Alfieri di Torino «A prescindere» - Rivista di Nelli e Mangini

Totò è tornato sulle tavole del palcoscenico dopo anni di assenza. Sette, ad essere precisi, per quanto riguarda Torino, dove, ieri sera, al Teatro Alfieri...
u. bz., «La Stampa», 26 gennaio 1957 - g. c., «L'Unità», 26 gennaio 1957 - Vice, «La Stampa», 26 gennaio 1957

Al Nuovo di Milano «A prescindere» - Rivista di Nelli e Mangini

Teatro gremito e applausi fragorosi per tutta la serata. Totò ha esilarato il pubblico con le sue risorse buffonesche, usate e sempre fresche per il pubblico...
«Corriere della Sera», 27 gennaio 1957, 6,24 febbraio 1957 - «Il Giorno», 6 febbraio 1957 - «Corriere d'Informazione», 5,7 febbraio 1957

Lo spirito di Pulcinella rivive nell'arte di Totò

Il pubblico commosso per la malattia di uno dei suoi attori preferiti. Il cafè-chantant fu la scuola del comico napoletano. Dall’armadio dei nonno provengono...
Ivano Cipriani, «Il Paese», 8 maggio 1957

Dolori da principe, gioie da Totò

Sono venti anni che Totò recita con un occhio solo, evita con cura di far pesare sugli altri questa sua malasorte. L'attore è minacciato? Il principe tace...
Flora Antonioni, «Il Messaggero», 10 maggio 1957

La malattia agli occhi di Totò: la lunga convalescenza

Raccolta di articoli relativi alla convalescenza durante la malattia agli occhi, avvenuta a Palermo durante la tournée della rivista 'A prescindere' nel 1957...
«La Nuova Gazzetta di Reggio» «Gazzettino della Sera» «Il Tempo» «Il Messaggero» «Corriere dell'Informazione» «Corriere della Sera» «La Stampa» «Il Paese» «L'Unità» «Momento Sera», a partire dal 9 maggio 1957

La malattia agli occhi di Totò: la vicenda giudiziaria

Le conseguenze giudiziarie dell'interruzione della rivista «A prescindere». Impresari e avvocati sono sul piede di guerra per reclamare il pagamento dei danni..
«Momento Sera» «Corriere della Sera» «L'Unità», dal 10 maggio 1957

La malattia agli occhi: ricco di canzoni il buio di Totò

Per la malattia del noto attore, la compagnia fu costretta a sospendere le recite. Poi Totò si rimise e dopo i successi in Alta Italia la compagnia passò a Napoli...
Antonio Pugliese, «Visto», anno VI, n.21, 25 maggio 1957

Totò ha affidato gli occhi a Santa Lucia

A Palermo i disturbi visivi di Totò presero ad accentuarsi. L’impresario Mangano, del Teatro Politeama 'Garibaldi', fu molto cortese col comico...
Vittorio Paliotti «Oggi», anno XIII, n.20, 16 maggio 1957

Lo strano ritorno del reduce di Natale

Nicola Silvestro, tornato dalla prigionia in Russia dopo sedici anni, quando ormai tutti lo ritenevano morto, non ha voluto riabbracciare la moglie...
Giorgio Salvioni, «Epoca», anno IX, n.379, 5 gennaio 1958

Gli telegrafarono: "sei imperatore!"

Dopo lunghissime indagini, infatti, Antonio de Curtis poteva senz'altro insignirsi del titolo di marchese, senza bisogno di adozioni o d’altro...
Alessandro Porro, «Grazia», 26 gennaio 1958

La canzone di Totò che doveva andare a Napoli

Forse — confessa Totò — la mia canzone Piccerella napulitana meritava miglior sorte. Io scrivo canzoni da oltre trent'anni e l'ho fatto sempre per hobby...
Lyno Giusti, «Sorrisi e Canzoni TV», n.25, 21 giugno 1959

Non voleva il titolo di presidente il principe Totò

Chiamato a dirigere la giuria del Festival di Sanremo, l'attore Sua Altezza ha rifiutato una qualifica che sa troppo di repubblica e che avrebbe offeso...
Giorgio Berti, «Epoca», anno X, numero 480, 13 dicembre 1959

Festival di Sanremo 1960: hanno perso la testa

La presidenza di Totò è durata il breve spazio di tre settimane. Poi il principe Antonio de Curtis si è alzato dalla sua sedia e ha detto basta. Allora...
Alfredo Panicucci, «Il Musichiere», 17 dicembre 1959

Festival 1960: non faccio l'uomo di paglia per Sanremo

Iil principe Antonio de Curtis spiega il vero motivo per cui ha dovuto abbandonare la presidenza della commissione incaricata di scegliere le canzoni...
Antonio de Curtis, «Oggi», anno XV, n.52, 24 dicembre 1959


Riferimenti e bibliografie:

  • "I film di Totò, 1946-1967: La maschera tradita" (Alberto Anile) - Le Mani-Microart'S, 1998